Ci copiano? Questa sì che è una buona notizia !

Da qualche tempo abbiamo notato crescere un certo interesse per il nostro progetto ecologico nato oltre 5 anni fa, di diventare una tipografia ecologica raffinata, elegante e innovativa, grazie alla dedizione che il nostro team ha messo nella ricerca dei materiali 100% riciclati e riciclabili. Abbiamo creato il brand Officina Grafica Eco e ogni volta che ci inventiamo un nuovo prodotto, scegliendo accuratamente la carta, il tipo di inchiostri, e passando per il riutilizzo o riciclo, l’obiettivo principale è sempre il Rispetto per l’ambiente.

All’inizio ci guardavano un po’ come fossimo marziani (green appunto!), poi col passare del tempo, ma soprattutto prendendo coscienza (finalmente) di come la natura sta cambiando, facendoci riflettere sul tema dell’ambiente, abbiamo notato spuntare qua e là nuove aziende che in modo più o meno velato hanno preso spunto dalle nostre scelte.

Essere copiati ci ha infastidito? Certo che no!

E’ quando cominciano a copiarti che capisci di aver fatto una cosa veramente importante. Certo è che nessuno può vantare il nostro primato…

Officina Grafica Editoriale è stata la prima ad avere
una raffinata attenzione all’ambiente !

Prodotti ricercati e di alto livello creati con materiali riciclati e riciclabili, ponendo come sempre una particolare attenzione al dettaglio, alla finitura e alla confezione.

Questo è il nostro marchio Eco: eccellenza nel lavoro, eccellenza nei materiali.

Quaderni, Taccuini, Agende e Calendari, tutti realizzati con materiali riciclabili: carta 100% riciclata post consumo, spirali metalliche che rendono agevole la differenziazione e lo smaltimento dei materiali, stampa con inchiostri certificati. E poi penne in cartone e plastica riciclati o in legno, abbigliamento in cotone naturale…

La nostra tipografia ecologica

Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo che tuteli nel migliore dei modi quello che di più vecchio e caro abbiamo: il nostro Mondo!

«La gente dimentica quanto velocemente hai fatto un lavoro,
ma si ricorda quanto bene lo hai fatto».
(Howard Newton)